AUTOMOTIVE INDUSTRY

Less friction – less CO2 – improved performance!

Nell'industria automobilistica e nel settore motoristico, le superfici ottimizzate per l'attrito nel motore e nel gruppo propulsore riducono l'attrito e l'usura. Le strutture superficiali levigate e isotrope riducono le emissioni di CO2 e aumentano la durata utile dei componenti. L'uso di oli a viscosità sempre più bassa rende la lavorazione delle superfici dei componenti sempre più complessa. Anche le attività di lavorazione apparentemente semplici, come la sbavatura o l'arrotondamento mirati, si associano spesso a grandi sforzi nella produzione. Grazie ai processi OTEC sviluppati individualmente, è possibile collegare tra loro le fasi del processo, aumentare le prestazioni, ridurre le emissioni e semplificare la produzione.

Puoi scoprire di più sui vantaggi tangibili della lavorazione mirata delle superfici nell’intervista con Florian Reinle, ingegnere OTEC per la ricerca e lo sviluppo.

CONFRONTO TRA I PROCESSI - LA VIBROFINITURA OTEC CONVINCE

Nella finitura vengono convenzionalmente utilizzati processi di finitura a nastro, lucidatura o accelerazione chimica. Rispetto alla finitura vibratoria con i sistemi OTEC, la finitura a nastro comporta costi elevati per la finitura dei nastri e lunghi tempi di attrezzaggio. Inoltre, la struttura superficiale che ne deriva è diretta (non isotropa).

Nella lavorazione ad accelerazione chimica, come nella vasca vibrante, vengono impiegati prodotti chimici come il cromato (di sodio) e l'acido cromico, che sono classificati come particolarmente preoccupanti. Inoltre, i costi elevati che insorgono per l'approvvigionamento, la neutralizzazione e lo smaltimento impattano negativamente sull'economicità e sulla finitura. I sistemi di finitura vibratoria OTEC utilizzano solo la lavorazione meccanica durante il processo di lavorazione. In questo modo è possibile ottenere nel minor tempo possibile i migliori risultati per pezzi sfusi e per lotti.

LE tecnologie otec offrono particolari vantaggi per

  • Superfici ottimizzate per l'attrito (ad es. trasmissioni per gruppi propulsori elettificati)
  • In combinazione con la sabbiatura di solidificazione (levigatura degli ingranaggi dopo la sabbiatura)
  • Inserimento di tensioni residue di compressione direttamente nella zona marginale
  • Riduzione dell'usura aumentando la capacità di pitting e riducendo le discromie
  • Utilizzo di lubrificanti a bassa viscosità o a base d'acqua
  • Combinazione di più fasi di processo, ad esempio levigatura e sbavatura in un'unica fase
  • Pre- e post-trattamento degli strati di protezione anti-usura

PRODUZIONE IN LINEA CON OTEC

Grazie al caricamento automatico del pezzo, le macchine Streamfinish si prestano alla lavorazione di grandi quantità di pezzi in serie. La struttura modulare consente di configurare le macchine per adattarsi al rispettivo compito di lavorazione.

ELETTROMOBILITÀ

OTEC sta dando il suo prezioso contributo al settore dell’elettromobilità (e-mobility) a fronte di uno sconvolgimento strutturale che interessa l'intera industria automobilistica mondiale, che si sta dedicando adesso più che mai alla connettività e all'elettrificazione.
Nel cambio di una trasmissione elettrica, la potenza viene convertita attraverso gli ingranaggi. Con i processi di finitura convenzionali, la finitura superficiale è spesso grossolana e di conseguenza anche il potenziale di aumento dell'efficienza risulta limitato.
Con il nostro processo Streamfinish affrontiamo proprio questa sfida e ne sfruttiamo appieno il potenziale. Durante la finitura superficiale degli ingranaggi diminuiamo le perdite per attrito in modo che l'efficienza aumenti e l'impronta carbonica del cliente finale si riduca notevolmente. L'impatto ambientale è un tema fondamentale, ed è per questo che OTEC si affida a metodi di finitura ecocompatibili.
I produttori di ingranaggi e OEM riducono le emissioni nell'applicazione successiva, con consumi inferiori, e raggiungono così distanze più elevate. Il processo Streamfinish crea quindi un vantaggio diretto e tangibile. Grazie alla maggiore efficienza, è possibile ottenere una maggiore autonomia senza modificare le dimensioni della batteria.

Viti senza fine dello sterzo: freni stridenti, cigolii della trasmissione, frizione che fa rumore. Per ridurre al minimo le vibrazioni percepibili nei veicoli a motore, ovvero rumore, vibrazioni e asperità (Noise Vibration Harshness), OTEC lavora i componenti degli ingranaggi dello sterzo, come le viti senza fine, con il collaudato processo Streamfinish. Le irregolarità che comportano valori di attrito più elevati di un fianco, ad esempio, vengono compensate in questo modo.


Alberi del rotore: nel caso delle tenute per alberi radiali ad alta velocità, l'interfaccia tra la superficie di scorrimento della tenuta e il labbro di tenuta è soggetta a requisiti elevatissimi. In alcuni casi è quindi necessario aumentare le prestazioni. Se la superficie di scorrimento viene levigata con il processo Streamfinish, la durata del sistema di tenuta può essere notevolmente migliorata anche sotto il carico dell'alta velocità di scorrimento.

 

LEVIGATURA | LUCIDATURA

Esempi di utilizzo:
pezzi di camma, alberi a gomito, organi di trasmissione, ingranaggi differenziali/ipoidi, bielle, parti di sterzo, perni sterzo, attuatoriScopri di più

SBAVATURA |ARROTONDAMENTO

Esempi di applicazione:
dischi di regolazione dell'olio (shims) in ammortizzatori, ingranaggi, ruote dentateScopri di più

Ulteriori applicazione

Esempi di applicazione:
stampa 3D, corse (valvole, organi di trasmissione, alberi motore, pistoni, fasce elastiche, ...), e-drive, struttura superficiale isotropa, spinotto pistone Scopri di più